Osservatorio astronomico

L'Osservatorio

Collocato nel parco della villa, l'osservatorio astronomico permette l'osservazione in diretta dei principali oggetti celesti del cielo notturno e del Sole.

Il moderno parco strumenti comprende diversi telescopi tra cui il principale, un Ritchey-Chrétien da 40 cm di diametro, e due Coronado, studiati appositamente per osservare Sole in due diverse lunghezze d'onda.

Grazie ad essi, è possibile offrire approfondimenti sul sole per i docenti e le classi in visita così come momenti di curiosità per il pubblico generico.

Nel maggio 2013 è stato inaugurato un radiotelescopio, uno dei pochi esemplari in Italia e l'unico al momento ad uso esclusivamente didattico-divulgativo, per osservare il cielo anche al di fuori della banda ottica.

Da Settembre 2014 l'Osservatorio è utilizzabile in remoto dalle Scuole più lontane.

Durante le aperture al pubblico l'osservatorio dà la possibilità a tutti di osservare qualche oggetto luminoso, dalla Luna, ai pianeti fino al Sole. Siccome la durata del giorno cambia in funzione della stagione, il museo si riserva di aprire l’osservatorio in orari diversi, ma sempre durante l’apertura del museo. Per il pubblico generico non occorre la prenotazione; per le scuole, invece, è obbligatoria.

I telescopi non possono essere utilizzati in caso di condizioni climatiche e meteorologiche avverse (pioggia, forte vento, neve...).

Il parco astronomico del museo è dedicato a Franco Pacini, astrofisico toscano scomparso nel 2012 e amico del museo.