Science box

promozione science box

Scienza in scatola è la nuova e intelligente proposta del museo del Balì rivolta alle scuole Primarie e Secondarie di I°

Avete mai voluto un microscopio o un telescopio a disposizione per organizzare attività con i vostri studenti? Ora si può!

La Science-Box è una scatola-laboratorio contenente materiale e strumentazione scientifica per poter effettuare esperimenti in classe insieme agli studenti.

La proposta del museo comprende cinque scatole, ciascuna con esperimenti su una disciplina scelta tra Fisica, Matematica, Biologia, Astronomia. 

Dopo lo svolgimento di un’attività didattica a tema (durata 1 ora) da parte degli esperti del museo alla classe, per due settimane i docenti avranno a disposizione strumenti con i quali approfondire gli argomenti trattati in classe nei modi e tempi da loro scelti.

Tra il materiale lasciato alla scuola è incluso un assistente digitale che fornirà al docente il supporto per lo svolgimento dei lavori in autonomia, oltre alla possibilità di interagire via chat con un operatore del Museo del Balì.

Al termine del periodo di noleggio sarà possibile pubblicare i risultati ottenuti su apposita piattaforma online costruita ad hoc per poterli condividere e creare una rete scientifica tra Istituti.

La Science Box, è una grossa novità e allo stesso tempo opportunità per le scuole e per gli insegnanti.  Nell’ottica di coadiuvare e supportare il lavoro curricolare dei docenti, il Museo del Balì mette a disposizione le proprie competenze per offrire una nuova modalità di collaborazione.

 

CONTENUTI

ASTRONOMIA
Il fascino dell’universo dentro la vostra classe

Contenuti  attività: esplorare il Sistema Solare attraverso esperimenti che illustrino le leggi base che li governano: forza di gravità, leggi di Keplero, funzionamento del Sole spiegate in maniera semplice e interattiva grazie all’ausilio di idonea strumentazione.

Cosa rimane a scuola: Sun spotter, uno strumento per proiettare il disco solare su uno schermo. Sarà possibile osservare la fotosfera con le eventuali macchie, misurare le dimensioni delle strutture solari usando le proporzioni, vedere il moto di rotazione terrestre e altro ancora.

BIOLOGIA
L’infinitamente piccolo a portata di mano

Contenuto attività: esplorare la struttura della cellula attraverso modelli ed esperimenti che ne descrivano i principali meccanismi di funzionamento.

Cosa rimane a scuola: microscopio digitale wireless (fino a 200 ingrandimenti) con vetrini per osservare strutture, tessuti e organi proiettati direttamente su LIM.

CODING
Programmare non è mai stato così facile!

Contenuti attività: apprendere i concetti base della programmazione attraverso attività divertenti e stimolanti: cos’è un algoritmo, come ragiona una macchina, quali sono i principali comandi sono alcuni degli argomenti affrontati.

Cosa rimane a scuola: robot programmabili per eseguire semplici spostamenti e monitorare vari ingressi e uscite (seguilinea, sensori a ultrasuoni, LED RGB, motori, sensore di luce). Le macchine saranno calibrate in funzione della fascia scolastica.

LUCE
La fisica non è mai stata così “chiara”!

Contenuti attività: indagare la natura della luce e i suoi molteplici aspetti attraverso l'utilizzo di semplici strumenti e di oggetti d'uso comune, come specchi e lenti; si scoprirà come si propaga la luce, che cosa succede quando passa da un mezzo all'altro o quando viene riflessa da alcuni materiali; si approfondiranno anche i concetti base della teoria dei colori.

Cosa rimane a scuola: un banco ottico con lenti e un proiettore di spettri nel visibile per esplorare tutto ciò che è legato al colore sia come percezione umana che come fenomeno fisico.

MATERIA
Le basi della conoscenza

Contenuti attività: prendere confidenza con il concetto di grandezza fisica e di misura. Si approfondiranno argomenti come massa, peso, densità e calore specifico.
Cosa rimane a scuola: kit di indagine contentente sensori digitali e materiali rari e singolari su cui effettuare misure per estrapolarne una quadro completo delle proprietà fisiche.

 

OBIETTIVI

Gli obiettivi  principali di tale progetto sono:

  • arricchire la lezione curricolare dando in dotazione strumenti scientifici per permettere di svolgere agli alunni una scienza “sul campo”: sperimentare, porsi domande e raccogliere dati permettono di far spontaneamente avvicinare i ragazzi  al metodo scientifico e di effettuare anche collegamenti interdisciplinari favorendo lo sviluppo cognitivo e logico.
  • Creare una rete di scuole aderenti al progetto grazie alla pubblicazione di una piattaforma on-line in cui le classi possano mettere il risultato dei propri lavori: fare scienza significa anche inevitabilmente confrontarsi, favorendo lo sviluppo relazionale degli studenti.
  • Imparare a  rapportarsi con una vera strumentazione scientifica che spesso a scuola non si ha e avvicinarsi in maniera coinvolgente alla scienza, riportando il metodo scientifico alla sua normale dimensione quotidiana come supporto allo sviluppo del pensiero critico degli alunni.

 

TARGET

Scuola primaria (solo IV e V) e secondaria di I°.

 

PERIODO

E’ possibile svoglere il progetto da Ottobre a Gennaio.

 

COSTI

190 euro a scatola + 50 euro ad attività didattica collegata  (IVA esente). Il costo dell’attività didattica è da intendersi a classe singola, mentre è possibile suddividere il costo della scatola tra tutte le classi che la noleggiano.

 

MODALITA’ ORGANIZZATIVE

Le Scuole interessate al progetto dovranno telefonare alla Segreteria Didattica del Museo del Balì per stabilire i dettagli del progetto (numero di scatole e numero di classi coinvolte) e per definire la data di inizio. Una volta presi gli accordi, sarà cura del museo stipulare un contratto con l’Istituto, con tutte le indicazioni necessarie. La segreteria prevederà a redigere, in accordo con i docenti, un calendario con il programma. E’ utile per il Museo avere un referente della scuola per eventuali cambiamenti e/o esigenze sopraggiunte.

Nella data definita, un operatore del museo si recherà a scuola dove effettuerà un’attività didattica a tema utilizzando i materiali della scatola. Per garantire la qualità del servizio, l’attività didattica è da intendersi a classe. Successivamente l’operatore lascerà alcuni dei materiali della scatola al docente e gli fornirà materiale di supporto (tablet con assistente digitale) perché possa organizzarsi i propri approfondimenti liberamente durante il periodo di noleggio. Durante tale periodo, il docente potrà anche contattare il museo per ricevere eventuale assistenza tecnica mediante chat.

Al termine delle due settimane, la classe potrà pubblicare i propri risultati (reportage fotografici fatti con il tablet e risultati ottenuti) su piattaforma online costruita ad hoc e liberamente navigabile anche dalle altre scuole aderenti all’iniziativa.

 

TERMINI D’USO

La Scuola si impegna a restituire il materiale noleggiato nelle condizioni a cui l’ha ricevuto. In caso di rottura o smarrimento la Scuola si impegna a provvedere alla sostituzione.