Struttura e percorsi

struttura e percorsi

Inaugurato nel 2004, il Museo del Balì è un moderno science center ospitato in una stupenda villa settecentesca nel comune di Colli al Metauro a 15 km da Fano.

E' un luogo speciale dove si parla di scienza utilizzando la scienza.

Il museo rispecchia la ormai collaudata filosofia “hands-on” - Vietato NON toccare! - nella comunicazione della scienza. L'interattività e la sperimentazione in prima persona garantiscono il coinvolgimento emotivo e la partecipazione attiva dei visitatori che sono invitati a riscoprire la scienza come naturale metodo di indagine del mondo circostante. Senza limiti di età. 

L'esperienza che il visitatore si porta con sé alla fine è la rivelazione di come sia possibile avvicinarsi in maniera divertente e stimolante alla scienza dietro alla vita quotidiana attraverso postazioni interattive che spaziano in diverse discipline scientifiche spesso considerate "ostiche". Grazie alla presenza di un planetario e di un osservatorio, il museo possiede una forte impronta astronomica che completa il panorama delle materie toccate e che rende la struttura ancora più peculiare sul territorio nazionale.

Il museo è privo di barriere architettoniche.

Cosa trovi al Museo

La visita consiste nella sperimentazione in prima persona di più di 40 postazioni interattive che mostrano fenomeni ed esperimenti scientifici.

Osservare, toccare, ragionare: ecco come ci si muove lungo un percorso conoscitivo distinto per discipline.

Il planetario è uno strumento che permette l’osservazione di un cielo artificiale sotto una cupola di 8 metri di diametro.

Suggestivi spettacoli guidati permettono di assaporare le meraviglie della notte in un viaggio tra le stelle, costellazioni e pianeti e di parlare di argomenti di astronomia, orientamento e mitologia.

Dedicato a Giuseppe Occhialini, padre dell’astrofisica delle alte energie nativo della vicina Fossombrone, il planetario si trova al primo piano della villa ed è in grado di ospitare 60 persone alla volta.

Collocato nel parco della villa, l'osservatorio astronomico permette l'osservazione in diretta dei principali oggetti celesti del cielo notturno e del Sole.

Il moderno parco strumenti comprende diversi telescopi tra cui il principale, un Ritchey-Chrétien da 40 cm di diametro, e due Coronado, studiati appositamente per osservare Sole in due diverse lunghezze d'onda.

Grazie ad essi, è possibile offrire approfondimenti sul sole per i docenti e le classi in visita così come momenti di curiosità per il pubblico generico.

L'attività del museo non si esaurisce con il pubblico generico e scolastico.

Il museo vanta un'esperienza consolidata nell'ospitalità e nell'offerta di servizi culturali di importanti eventi organizzati da prestigiose istituzioni nazionali, da aziende leader nel loro settore, da agenzie congressuali ed università.

All'interno della Villa una grande sala, dotata di PC, videoproiettore, schermo di proiezione e impianto di amplificazione, è aperta ad ospitare fino a 100 partecipanti per diverse tipologie di eventi.

Insieme a 3 salette per workshop e riunioni private, uno spazio espositivo di 400 mq e spazi destinati a laboratori e proiezioni, tale sala costituisce un'area ideale per: